L'amore è sempre un “di più” - se non cresce, diminuisce – nell'umiltà e nella dedizione. Ora, dopo la croce, può capirlo. Le apparizioni più clamorose delle anime del ... Il bambino che sta cambiando il dibattito sul... Hai bisogno di un padre spirituale? Ecco qualche dato: Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Queste tre domande convinsero e motivarono Pietro a completare il suo percorso di vita, e furono le domande poste al momento della partenza del Signore Gesù a spingerlo a iniziare il suo cammino verso la perfezione, perché il suo amore per il Signore lo portò a preoccuparsi per il Suo cuore, ad obbedirGli, ad offrirGli conforto e a consacrarGli la sua intera vita e tutto il suo essere”. Dopo la pesca abbondante fatta da Pietro e dagli altri discepoli su indicazione di Gesù, riconosciuto solo successivamente, Gesù chiede a Pietro per due volte se egli lo ami, usando il verbo greco agapào che indica propriamente l'amore gratuito e senza riserve di Dio. Con la protezione della V. Maria SS. Nella vita vera ero solito condurre una transazione con Dio per il bene dei miei interessi carnali – per un po’ di tempo dedicato desideravo benedizioni, e chiedevo le benedizioni di Dio per piccoli sacrifici. Modifica ), Mandami una notifica per nuovi articoli via e-mail. Consumato il pasto, Gesù chiama Pietro e gli chiede tre volte: “Mi ami?" Tutto ciò perché vi erano troppe impurità e transazioni in questi cosiddetti amori. In sintesi, il regno di Dio è la manifestazione e l’attuazione del suo disegno di salvezza in tutta la sua pienezza”. Ma questa non è la parola definitiva.Il suo peccato lo apre a una storia nuova : lo rende capace di capire il mistero del Signore come perdono e della debolezza, propria e altrui, come luogo di maggior amore.Colpiscono queste parole rivolte a Pietro e a ciascuno di noi che le ascoltiamo .Fa tenerezza un Dio che mi chiede : “Mi ami tu?” . Rimane ancora aperta la ferita del suo triplice rinnegamento, che Gesù aveva predetto. Non dal suo amore per Dio, ma da quello di Dio per lui in Cristo Gesù (Rom 8,32-39).La sua sicurezza non è più presunzione , perché è fondata sul “Tu sai”. Atti 5:27-41). .css-tadcwa:hover{-webkit-text-decoration:underline;text-decoration:underline;}Silas Henderson - @media screen and (max-width:767px){.css-ij9gf6 .date-separator{display:none;}.css-ij9gf6 .date-updated{display:block;width:100%;}}pubblicato il 09/04/16. Anche Pietro deve imparare a essere debole e bisognoso di perdono. La stessa domanda – «Mi ami tu?» – Gesù la rivolge anche a noi contemporanei “proprio perché conosce le … ( Chiudi sessione /  Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare. Per i cristiani nel corso dei secoli la fede continua a richiedere una testimonianza di quei valori e di quelle verità che trascendono le prove e le lotte quotidiane. Certo la testimonianza della fede ha tante forme, come in un grande affresco c’è la varietà dei colori e delle sfumature; tutte però sono importanti, anche quelle che non emergono. ...Dopo il banchetto si chiariscono i rispettivi ruoli di Pietro e del discepolo amato.Si tratta del servizio di Pietro , della sua sequela e del suo martirio. Essere cristiani significa adoperarsi per costruire il regno di Dio qui ed ora, riconoscere e favorire l’opera di Dio nel mondo, “lavorare per la liberazione dal male in tutte le sue forme. Dato che l’opera di Dio che si è compiuta attraverso migliaia di anni, ci sono state molte persone che hanno creduto in Dio e Lo hanno seguito, ma coloro che hanno amato Dio sono poche e lontane. Ma non solo : l'amore ha come molla il “più.” E' infatti sempre una competizione . Pietro considera ancora la sua infedeltà come ombra, fonte di tristezza, non come luce e gioia del perdono. Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse "Mi vuoi bene? Pietro si contrista al ricordo della sua infedeltà. Sono queste le persone che Dio si aspetta di ottenere alla fine della Sua opera e che possono essere perfezionate da Dio. Gesù chiede a Pietro se lo ama più di tutti gli altri; di fatto Pietro dice di no. ( Chiudi sessione /  Da queste domande, possiamo intravedere quali sono le aspettative di Dio da parte dell’uomo: Nel cuore di Dio, Egli non vuole acquisire credenti e seguire Dio, ma si aspetta di ottenere l’amore dell’uomo per Lui e il cuore dell’uomo che Lo ama per davvero. Dopo questo pianto egli è ormai pronto per la sua missione” (Udienza Generale del 24 maggio 2006). Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Ei gli rispose: Sì, Signore, tu sai che io t’amo. Dio è preoccupato e ansioso riguardo le nostre opinioni e intenzioni di fede in Dio. Come percepisci la chiamata di Gesù a “pascere i suoi agnelli”? Perciò, nella domanda ripetuta per tre volte a Pietro “Mi ami?” possiamo vedere la volontà di Dio in cui Egli spera che tutti coloro che Lo seguono veramente possano veramente diventare persone come Pietro e possano compiere l’amore di Dio. Grazie! Quando Gesù ha inizialmente chiesto a Pietro “mi ami?” ha usato la locuzione greca agapas-me, che significa “mi ami totalmente e incondizionatamente” (Giovanni 21:15). Conferma la propria amicizia, fondata non su di sé, ma su di Lui che sa ogni cosa. [Papa Francesco], [Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]. Ma non solo : l'amore ha come molla il “più.”E' infatti sempre una competizione . Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Twitter. Prima del rinnegamento di Gesù, Pietro avrebbe di certo risposto agapo-se! Pertanto mentre celebriamo la chiamata di Pietro e la sua missione questa domenica, siamo anche invitati a riflettere su come Dio ci sta chiamando – come individui e come Chiesa – a proseguire quella missione speciale nelle nostre case, parrocchie e comunità. Dopo averci svelato sulla croce il Suo Amore estremo , può ormai esporre senza pudore questa richiesta , fondamentale per chiunque ama : l'amore desidera essere amato.. E' quell'amore la cui forza è la debolezza di chi espone, dispone e depone la propria vita per l'amato , gli lava i piedi e gli si dona senza riserve , come nel boccone offerto a Giuda.Gesù chiede a Pietro se ha accolto l'amore che gli ha dimostrato. Per questo Gesù continua con lui il dialogo di guarigione.L'unità di fratelli non può fondarsi che sul perdono. Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno. Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video. In una parola, la nostra fede in Dio era fatta di queste impurità e intenzioni, perciò il nostro non era vero amore per Dio dal nostro cuore. Come viene detto nel libro, “In questa conversazione, il Signore Gesù chiese ripetutamente a Pietro: ‘Pietro, tu mi ami?’ Questo è uno standard più elevato richiesto dal Signore Gesù dopo la Sua resurrezione a persone come Pietro, che credono sinceramente in Cristo e si sforzano di amare il Signore. Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Pietro risponde con un altro verbo, quello più umile dell'amicizia e dell'affetto, phileo: ti voglio bene. E' la nostra partecipazione al 'magis' proprio della “maestà” del Dio Amore, a immagine del quale siamo creati. Molte volte ho detto che vorrei cercare di amare Dio, ma in realtà le mie azioni non erano per amore di Dio. Ci chiede qualcosa, ci perdona qualcosa e ci dà una missione. Per amore delle opere del Vangelo, hanno abbandonato tutti i piaceri carnali, dedicando la loro giovinezza, sono stati addirittura arrestati e incarcerati, ma nessuna di queste erano per amore di Dio. Gesù gli disse: Pastura le mie pecorelle. Pietro che aveva promesso fedeltà assoluta, conosce l’amarezza e l’umiliazione del rinnegamento: lo spavaldo apprende a sue spese l’umiltà. Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Facebook. La domanda posta dal Signore Gesù permette agli uomini di percepire che le Sue aspettative sulla gente manifestate in queste semplici parole non si limitano soltanto al fatto di credere in Lui e di seguirLo, ma sono orientate al raggiungimento dell’amore, dell’amore per il tuo Signore, dell’amore per il tuo Dio. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi».Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. Il suo ministero è visto in stretta relazione con l'altro discepolo, quello che Gesù amava. In questo momento, ho letto ancora una volta le parole che il Signore Gesù ha rivolto a Pietro tre volte, “Mi ami?” Ho percepito che sono significative. Dopo aver sperimentato la sua fragilità, ha risposto “Signore, sai che ti amo”, usando filio-se (“Ti amo di un amore umano”). Quando Gesù ha inizialmente chiesto a Pietro “mi ami?” ha usato la locuzione greca agapas-me, che significa “mi ami totalmente e incondizionatamente” (Giovanni 21:15). Cosa ti insegna sulla misericordia di Dio il rinnegamento di Pietro e la volontà di Gesù di perdonarlo? Gesù gli disse: Pasci i miei agnelli. Ma Paolo si appellò perché la sua causa fosse riservata al giudizio di Augusto, e così ordinai che fosse tenuto sotto custodia fino a quando potrò inviarlo a Cesare».VANGELO DEL GIORNODal Vangelo secondo GiovanniGv 21, 15-19In quel tempo, [quando si fu manifestato ai discepoli ed] essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». E poiché si trattennero parecchi giorni, Festo espose al re le accuse contro Paolo, dicendo:«C'è un uomo, lasciato qui prigioniero da Felice, contro il quale, durante la mia visita a Gerusalemme, si presentarono i capi dei sacerdoti e gli anziani dei Giudei per chiederne la condanna. Dopo aver letto, mi è diventato tutto più chiaro a proposito della volontà di Dio dalle domande che il Signore Gesù ha rivolto per tre volte a Pietro, Mi ami? Ogni lettore le sente rivolte a sé, come fine, o meglio, principio di tutto il Vangelo. Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. “La scuola della fede”, ha ricordato Benedetto XVI, “non è una marcia trionfale, ma un cammino cosparso di sofferenze e di amore, di prove e di fedeltà da rinnovare ogni giorno. Questo tipo di amore è premuroso e obbediente. Alla fine ho trovato alcuni contenuti importanti riguardanti queste domande. Il Nuovo Testamento ci testimonia che, “Gesù disse a Simon Pietro: Simon di Giovanni, m’ami tu più di questi? Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Questa domanda fu una sorta di indagine e di interrogazione, ma ancor di più fu una richiesta fatta dal Signore e un’aspettativa che Egli nutriva su persone come Pietro. Qual era il messaggio che il Signore intendeva lasciarci? San Giovanni cita l’evento (proclamato nel Vangelo di questa domenica) usando un particolare gioco di parole. Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...). Ogni qualvolta che leggo questi versi, rifletto su: Perché il Signore Gesù chiede a Pietro per tre volte consecutive “Mi ami? Gesù chiede a Pietro se ha accolto l'amore che gli ha dimostrato. La terza volta però Gesù chiede semplicemente “Fileis-me?” Questa volta non è Pietro a cambiare il verbo, ma Gesù stesso. In quanto Dio si aspetta con ansia che le nostre vite possano maturare quanto prima, potendoci liberare dalla convinzione di chiedere il pane, in maniera tale da dimorare come esseri creati per adorare Dio cercare di essere una persona che ha coscienza e ragione, che ama, obbedisce e teme Dio. È un modo che ha l’umanità per ripagare Dio, è una sua responsabilità, un suo obbligo e un suo dovere, ed è un cammino che gli uomini devono seguire per tutta la vita. Quando vivono un momento di grande dolore e sofferenza, sono più capaci di comprendere le preoccupazioni e la sollecitudine del Signore Gesù Cristo; realizzano i Suoi scrupolosi insegnamenti e i rigidi requisiti di persone pure, oneste. Nota. Gesù gli disse: Pasci le mie pecore” (Giovanni21:15-17). E' nella sua infedeltà che sperimenta chi è il Signore, fedele e misericordioso. TU SEGUIMI" Gv 21, 20 - 23, " VENITE A FARE COLAZIONE !" “Ho il coraggio di Pietro e degli altri Apostoli di pensare, scegliere e vivere da cristiano, obbedendo a Dio? Pietro fu attristato ch’ei gli avesse detto per la terza volta: Mi ami tu? Subito dopo l’ascensione vediamo che Pietro ha fatto buon uso dei doni che Dio gli ha dato quando, a Gerusalemme, si è rifiutato di smettere di predicare nel nome di Gesù (cfr. In quanto se una persona ama Dio davvero, sarà attento a Dio e Gli obbedirà e può compiere le sue responsabilità e doveri come un essere creato per ricompensare l’amore di Dio. Gesù chiede a Pietro se lo ama più degli altri per ridimensionare la sua pretesa di essere migliore degli altri. La coscienza del Suo Amore deve essere senza limiti, come la nostra fragilità e capacità di oblio.Le parole tra Gesù e Simone di Giovanni sono un dialogo di guarigione.La seconda risposta di Pietro è identica alla prima . Pietro fu attristato ch’ei gli avesse detto per la terza volta: Mi ami tu? Ma di queste io non ne possedevo nemmeno una. Dopo il dialogo, centrato sull'amore, c'è la chiamata a seguire il Pastore Bello che dà la vita per le pecore.Gesù si rivolge a Pietro all'interno della comunità dei discepoli. Pietro intanto si dà da fare per scaricare il pesce e tutto avviene senza che la rete si rompa, perché egli sa maneggiarla impedendo che avvengano strappi. Come mi guarda, Gesù? Modifica ), Stai commentando usando il tuo account Google. In quanto solo coloro che hanno amato Dio veramente possono avere cura del cuore di Dio sottomettendosi a Dio in tutto. … Gesù gli disse: Pasci le mie pecore” (Giovanni21:15-17). Quando finalmente gli cade la maschera e capisce la verità del suo cuore debole di peccatore credente, scoppia in un liberatorio pianto di pentimento. Qual è qu... Alunno cinese crede in Dio, viene costretto a... Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus... Mistero intorno all'apertura della tomba di C... © Copyright Aleteia SAS tutti i diritti riservati. MADRE di DIO, LETTURA DEL GIORNODagli Atti degli ApostoliAt 25,13-21In quei giorni, arrivarono a Cesarèa il re Agrippa e Berenìce e vennero a salutare Festo. Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine. Il Nuovo Testamento ci testimonia che, “Gesù disse a Simon Pietro: Simon di Giovanni, m’ami tu più di questi? Pietro ha così sperimentato l’insegnamento che “la fedeltà di Dio è più grande delle nostre infedeltà”, è “più forte dei nostri rinnegamenti” e “supera ogni umana immaginazione”. Dopo aver letto queste parole, ho conosciuto la parola “Mi ami?” che il Signore Gesù ha rivolto a Pietro per tre volte ed è troppo significativa. …Si trattava di una domanda che stimola il pensiero e piena di significato, che non è di aiuto ma fa provare pentimento e paura a ogni seguace di Cristo, e fa anche percepire l’umore afflitto e ansioso del Signore Gesù. ( Chiudi sessione /  "...A TE CHE IMPORTA ? Ei gli rispose: Sì, Signore, tu sai che io t’amo. Il nostro cuore infatti è spinto dal desiderio insaziabile di un di più senza fine.Non basta una volta : la domanda di Gesù sarà ripetuta sempre un'altra volta. Ogni aspetto istituzionale è animato e misurato dall'amore , altrimenti non ha nulla a che fare con Gesù e il Suo comandamento.La Chiesa è un'istituzione che ha l'amore come principio e come fine la libertà. (Santa Marta, 22 maggio 2015)continua ..." SEGUIMI ! " Dopo le tre risposte affermative, anche Pietro diventa "Discepolo Amato” e riceve l’ordine di prendersi cura delle pecore. Grazie a esso ha sperimentato il perdono di Colui che lo conosce meglio di quanto lui conosca se stesso, perché lo ama più di se stesso.Solo allora è sicuro che nulla lo può ormai separare dall'amore di Dio. Tre volte, perché per tre volte Pietro nega Gesù (Gv 18,17.25-27). Questo dà speranza a Pietro perché comprende che per Gesù questo amore, per quanto sia imperfetto, è sufficiente. Agli occhi di Dio, il bene più prezioso che l’uomo possa avere è il cuore amorevole di Dio. Ogni qualvolta che leggo questi versi, rifletto su: Perché il Signore Gesù chiede a Pietro per tre volte consecutive “Mi ami?” Che cosa ci voleva comunicare attraverso queste tre domande? La condanna di Pietro e degli altri apostoli ci ricorda che la nostra fede e il nostro impegno per il Vangelo sono esigenti e che possono significare sacrificio e sofferenza. Vuole fargli esplicitare che questa sicurezza c'è, ma non deriva dalla sua bravura, bensì dall'esperienza del triplice rinnegamento. Gv 21, 9-14, LA PESCA MIRACOLOSA Gv 20,30-31;21,1-6, " MIO SIGNORE E MIO DIO! " E, detto questo, aggiunse: «Seguimi».PAROLE DEL SANTO PADREAnche noi possiamo pensare: qual è oggi lo sguardo di Gesù su me? È il suo lavoro di unità, di comunione: spetta a lui conservare intatta, senza strappi la tunica di Gesù tessuta dall’alto in basso (cf. Che lo Spirito Santo ci commuove sempre di più a venire dinanzi a Dio per pregare, leggere di più le parole del Signore, cercare l’illuminazione dello Spirito Santo e comprendere con le Sue parole le esigenze e la volontà del Signore, affinché possiamo fare del nostro meglio per cercare di amare Dio sinceramente come Pietro, e così soddisfare Dio e confortare il Suo cuore. E gli rispose: Signore, tu sai ogni cosa; tu conosci che io t’amo. Secondo quanto Dio ci chiede, abbiamo una lunga strada da percorrere. 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese. Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso: Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Gli disse: «Pascola le mie pecore».Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Gesù non chiede a Pietro se ha studiato esegesi, teologia, morale o diritto canonico. Gli disse per la terza volta: Simon di Giovanni, mi ami tu? Ma Gesù ha anche riconosciuto i talenti nascosti di Pietro e gli ha affidato una missione speciale: Pasci i miei agnelli. Gv 20,24-29, "RICEVETE LO SPIRITO SANTO " Gv 20,22-23, "VA' DAI MIEI FRATELLI ..." Gv 20,14-18. Nel grande disegno di Dio ogni dettaglio è importante, anche la tua, la mia piccola e umile testimonianza, anche quella nascosta di chi vive con semplicità la sua fede nella quotidianità dei rapporti di famiglia, di lavoro, di amicizia”. Prima del rinnegamento di Gesù, Pietro avrebbe di certo risposto agapo-se! Gesù invita quindi Pietro a dichiarare il suo amore tre volte, restaurando la relazione che è stata danneggiata dalla triplice negazione della sera prima della morte di Gesù. Lui ci guarda sempre con amore. È proprio degli esseri umani che vivono per Dio, muoiono per Lui, dedicano tutto a Lui, e offrono e consacrano ogni cosa a Lui. FAUSTI - “Mi ami ?” Sono le Parole di Gesù ,morto e risorto a Pietro. Solo i membri di questo blog possono postare un commento. In questo momento, non riesco a fare a meno di considerare: Ho amore per Dio? Con una chiamata? Dio vuole raccogliere più persone che credono in Lui perseguendo l’amore per Dio come ha fatto Pietro. Gli disse: «Pasci i miei agnelli».Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Come ti hanno aiutato le tue “buone opere” della scorsa Quaresima a rafforzarti per questa importante missione? Questo tipo di amore dà anche conforto a Dio, e Gli permette di avere dei Suoi testimoni e di riposare. Gv 21, 18 - 19. Ma non con gli altri, bensì con se stessi , per vincere egoismo, orgoglio e paura. Gesù gli disse: Pasci i miei agnelli. Eppure proprio questa è il fondamento del suo “amare di più” , come Gesù gli ha chiesto all'inizio. Questo è quello che Dio si aspetta. Quando, sulle rive del Lago di Tiberiade, Pietro ha incontrato il Signore risorto, ha ricevuto la missione che lo avrebbe distinto dagli altri apostoli e ha imparato un’importante lezione d’amore. Ora, dopo la croce, può capirlo.Gesù chiede a Pietro se lo ama più degli altri per ridimensionare la sua pretesa di essere migliore degli altri. Gesù ribadisce la Sua fiducia in lui. Specialmente per noi discepoli del Signore, ha un significato di gran lunga più profondo. Gli disse di nuovo una seconda volta: Simon di Giovanni, m’ami tu? In quanto contengono la volontà e l’aspettativa di Dio da parte di Pietro e quelli che sono come Pietro. Pascolare, termine più ampio di pascere, indica l'azione del Pastore che guida il gregge (Sl 23). Risposi loro che i Romani non usano consegnare una persona, prima che l'accusato sia messo a confronto con i suoi accusatori e possa aver modo di difendersi dall'accusa.Allora essi vennero qui e io, senza indugi, il giorno seguente sedetti in tribunale e ordinai che vi fosse condotto quell'uomo. (Papa Giovanni Paolo II, Redmptoris Missio 15). Solo questo tipo di persona va in cerca del cuore di Dio, ed è l’unica cosa che Dio cerca. Per Pietro hanno significato il martirio a Roma. Nel testo originale il verbo amare viene espresso con l’alternarsi di due verbi diversi: Gesù chiede per due volte “mi ami?”, usando il verbo agapáō che esprime l’amore divino, oblativo, totale e fedele di chi, come Gesù, è pronto a dare la stessa vita per chi ama. Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Gesù si mette al livello di Pietro invece di chiedergli più di quanto possa dare. Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media. ", e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Come immagini tu possa costruire il regno di Dio nel mondo, qui ed ora? Dopo aver sperimentato la sua fragilità, ha risposto “Signore, sai che ti amo”, usando filio-se (“Ti amo di un amore umano”). Portando con me la mia perplessità e confusione, ho cercato le risposte in alcuni libri religiosi. Gesù ha chiesto nuovamente al pescatore: “Simone, mi ami di questo amore totale che io desidero?” e Pietro ha risposto, ancora una volta, “Kyrie, filo-se,” “Signore, io ti amo per come posso”. Quelli che lo incolpavano gli si misero attorno, ma non portarono alcuna accusa di quei crimini che io immaginavo; avevano con lui alcune questioni relative alla loro religione e a un certo Gesù, morto, che Paolo sosteneva essere vivo.Perplesso di fronte a simili controversie, chiesi se volesse andare a Gerusalemme e là essere giudicato di queste cose. Ei gli rispose: Sì, Signore; tu sai che io t’amo. ( Chiudi sessione /  E gli rispose: Signore, tu sai ogni cosa; tu conosci che io t’amo. Ma finché ci affidiamo a Dio e guardiamo a Lui, credo che Dio ci condurrà alla conclusione di questo percorso. Dio mi ha dato un regalo speciale di Natale, Recitazioni della parola di Dio Onnipotente, Recitazioni dei discorsi di Cristo degli ultimi giorni, Serie di film sulla persecuzione religiosa. Questa terza volta è sottolineata nella sua diversità dalle altre e richiama il triplice rinnegamento Gesù ora lo interroga su ciò che due volte Pietro ha affermato .È sicuro di essergli amico? E ho anche visto che molti collaboratori che “amavano il Signore”. Queste tre domande rappresentavano una richiesta e un’esortazione fatte dal Signore Gesù a Pietro e a tutte le persone che sarebbero state rese perfette. Per esempio, alcuni si sono spesi per il Signore, in quanto hanno goduto tanto della Sua grazia, alcuni stavano per evitare un disastro, alcuni stavano per ottenere benedizioni ed entrare in paradiso, alcuni stavano per desiderare il prestigio della benedizione.
Squadra Antimafia 4 Cast, Pizzeria Kebab Castel Maggioreoroscopo 21 Maggio Leone, Spiagge Sardegna San Teodoro, Borghi Più Belli D'italia Toscana, Che Tempo Che Fa Ospiti Stasera, Gioacchino Rossini Curiosità,